FRANCIA

TOUR BRETAGNA SCONOSCIUTA

Normandia – Castelli della Loira – le cattedrali di Francia

1100 chilometri di coste frastagliatissime, una grande varietà di paesaggi, dalle lunghe spiagge spesso nascoste in baie profonde ed isolate alle scogliere a picco sull’oceano.

Terra celtica di misticismo e leggende, ricca di cultura e di tradizioni.

Un patrimonio di circa 4mila edifici monumentali, tra megaliti, cattedrali e recinti parrocchiali testimoni di un’antica civiltà.

Questa è la Bretagna, affascinante e sconosciuta, che Vi proponiamo in questo viaggio  che la percorre quasi per intero, mostrando al Viaggiatore gli angoli più suggestivi di una terra di confine, dove il tempo sembra essersi fermato.

Accanto alla Bretagna scoprirete anche parte della Normandia una regione carica di storia, dal normanno Guglielmo incoronato re d’Inghilterra, alle tante pagine di storia custodite dentro antichi monasteri ed abbazie medievali, fino ad un giorno di tarda primavera di non troppi anni fa quando sulle spiagge albeggiò il D-Day

e si compì “lo Sbarco in Normandia”.

Il tutto senza tralasciare alcune tra le più belle cattedrali gotiche di Francia come Rouen e Chartres

1° GIORNO

Ritrovo dei Sigg.ri Partecipanti in luogo da definire e partenza per la Francia, soste facoltative lungo il percorso, attraversato il Monte Bianco si prosegue in territorio francese in direzione nord. Arrivo in serata a Bourges, cena e pernottamento in albergo. La sosta offrirà la possibilità di una visita libera della splendida ed imponente cattedrale di St. Etienne una delle più belle creazioni del gotico francese.  

 

2° GIORNO

Dopo la 1^ colazione partenza  per la Valle della Loira con sosta per la visita guidata al castello di Azay-le-Rideau, costruito su un isolotto in mezzo alle acque dell’Indre è un autentico capolavoro del Rinascimento  che coniuga le innovazioni venute dall’Italia con l’arte della costruzione alla francese; è considerato uno dei più famosi castelli della Loira, classificato come monumento storico. Pranzo in ristorante e nel pomeriggio proseguimento del viaggio in direzione delle Regioni Atlantiche, arrivo in serata a Nantes, storica città oggi vivace centro culturale posta tra la Loira e l’oceano, alla confluenza di molteplici corsi d’acqua, è da sempre considerata bretone anche se oggi appartiene al dipartimento della Loira.  Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

 

3° GIORNO

Subito dopo la 1^ colazione partenza con guida per la Costa Atlantica nel sud della Bretagna, in particolare per Carnac un luogo dove l’arte, la natura e la storia si uniscono in maniera perfetta; qui si trovano circa 3000 “menhir” (spuntoni di pietra rozzamente squadrati e piantati verticalmente) innalzati da tribù bretoni 25 secoli prima di Cristo! Dopo la visita pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio proseguimento in direzione nord verso i cosiddetti Paesi Bigouden; qui la popolazione parla ancora la vecchia lingua bretone ed alcune anziane donne, nei giorni di festa, indossano il costume tradizionale completo di cuffia di pizzo. Sosta a Pont-Aven uno dei più caratteristici borghi bretoni, attirò nel secolo scorso il pittore Paul Gauguin ed altri artisti  che ne dipinsero  gli angoli suggestivi, la cittadina infatti  è tipica per le sue case, i mulini, i caratteristici ponticelli, gli antichi lavatoi e le suggestive banchine del porto. Visita del museo delle Belle Arti, passeggiata attraverso gli angoli più suggestivi. In seguito trasferimento a Concarneau, uno dei principali porti di pesca della Francia. La parte più antica della cittadina  è la  “Ville Close”, posta su  un’isola naturale circondata da spesse mura, all’interno si trovano ancora le antiche case colorate  e le suggestive “creperies” che creano un quadro molto suggestivo. Nel tardo pomeriggio trasferimento a Quimper, un tempo capitale della Cornovaglia, conserva una bellissima cattedrale gotica. Sistemazione in hotel della zona, cena, serata libera, pernottamento.

 

4° GIORNO

1^ colazione in hotel. La giornata sarà dedicata alla scoperta (con guida) della penisola di Cornovaglia  luogo dove, durante il medioevo, vennero ambientate le leggende cavalleresche note con il nome di “Ciclo Bretone”. Giunti sulla penisola si sale fino alla celebre  Pointe du Raz, la punta più occidentale di Francia, un promontorio proteso verso l’oceano e a picco sul mare dove non cresce alcun tipo di vegetazione per via dei forti venti che soffiano quasi incessantemente, i sentieri che scendono fanno provare l’ebbrezza di essere sfiorati dalla spuma delle onde in quanto le acque intorno alla punta sono perennemente agitate. La Pointe su Raz è stata classificata come Grand site National (importante sito nazionale di Francia) per la sua magnificenza vale da sola una visita alla regione…. Al termine trasferimento nel caratteristico villaggio di  Locronan, un borgo medievale rimasto praticamente immutato nel tempo con case del ‘500 e del ‘600 (vi sono stati ambientati molti film d’epoca). Al termine pranzo in ristorante della zona. Nel pomeriggio trasferimento a Plozevet, da qui comincia un itinerario atipico lungo una costa selvaggia e pittoresca. Lungo i sentieri sarete meravigliati dalle croci di pietra, dalle vecchie fattorie in granito e dalle graziose cappelle come quelle di Penhors e di Languidou. Non lontano dalle dune di sabbia, sferzato dai venti dell’Oceano,  si innalza il più antico calvario bretone quello di Notre Dame de Tronoen le cui guglie eleganti dominano il paesaggio. A fine pomeriggio faremo in modo di trovarci nel caratteristico villaggio e porto peschereccio di  Le Guilvinec,  è a quest’ora infatti che si può ammirare lo spettacolo unico dato dalla flottiglia di battelli carichi  di pesci e di crostacei che rientra in porto, accompagnata da una specie di aureola  formata dal volo dei gabbiani.  Al termine della giornata rientro in hotel sempre nella zona di Quimper per la cena e il pernottamento.

 

5° GIORNO

Dopo la 1^ colazione incontro con la guida, partenza in direzione nord. Lungo il percorso sosta a  Saint-Thegonnec e Guimiliau per visitare i complessi parrocchiali più prestigiosi della Bretagna. Pranzo in ristorante della zona. Proseguimento per la Pointe de l’Arcouest da dove in traghetto con una traversata di pochi minuti si raggiunge l’Isola di Brehat, l’isola dei fiori e delle rocce rosa,  lunga solo 3 km. e mezzo,  gode di un clima  eccezionalmente mite tutto l’anno, verde e rigogliosa nel settore sud, aspra, selvaggia e rocciosa nel settore nord, si gira il borgo e tutta l’isola a piedi in quanto non circolano auto ma solo biciclette e carretti. Dopo la suggestiva visita a questo “piccolo mondo sospeso nel tempo”, rientro sulla terraferma e trasferimento in hotel della zona per la cena e il pernottamento.

 

6° GIORNO

Dopo la 1^ colazione incontro con la guida,  partenza per St. Malo sulla Cote d’Emeraude, visita della la “città pirata” il cui centro storico è interamente cinto da bastioni, città marinara diede i natali a diversi personaggi illustri,  la sua posizione isolata ha fatto si che non fosse coinvolta nelle guerre tra la Francia e la Bretagna, qui valeva il motto: “ne francese ne bretone, sono di Saint Malo”. Tra le attrattive si St. Malo ci sono le maree che in questa zona sono tra le più alte d’Europa. Al termine della visita pranzo in ristorante della zona. Nel pomeriggio trasferimento a Mont St. Michel,  il suggestivo isolotto su cui sorge un’Abbazia viene considerato come una delle “meraviglie dell’Occidente”. La sua fama universale non è data solo dall’isolotto e dall’abbazia ma anche dallo spettacolo eccezionale delle imponenti maree (che oggi sono regolate da una diga di sbarramento ed avvengono in giorni ed orari prestabiliti, tuttavia un ambizioso progetto prevede di ridare al mare il suo posto intorno alla baia come ai tempi dei pellegrini del Medioevo). Visita  guidata dell’Abbazia Benedettina e passeggiata attraverso gli stretti vicoli del complesso monumentale. Al termine cena e pernottamento in hotel della zona.

 

7° GIORNO

1^ colazione e partenza in direzione della Costa del Calvados dove durante la 2° Guerra Mondiale avvenne (6 giugno 1944) il famoso sbarco delle truppe americane, sosta per una visita guidata ad Omaha Beach luogo dello sbarco degli uomini della 1° Divisione dell’armata americana, sbarco che costò la vita a circa 10.000 soldati. Al termine della visita pranzo in ristorante della zona. Nel pomeriggio proseguimento per Rouen città-museo dell’Alta Normandia ricca di splendidi monumenti tra cui citiamo la cattedrale di Notre Dame, simbolo della città, in stile gotico normanno vanta il primato di possedere la più alta guglia di Francia, fu resa celebre da Claude Monet che la dipinse una trentina di volte a tutte le ore del giorno allo scopo di immortalare i diversi giochi di luce e colori della bella cattedrale. Visita guidata della città. Cena e pernottamento in hotel.

 

8° GIORNO

Dopo la 1^ colazione partenza per Chartres, posta all’incrocio tra Bretagna, Normandia e Castelli della Loria la città è famosa in tutto il mondo per la sua Cattedrale, capolavoro del 12° e 13° sec. che grazie alle sue 4000 sculture, ai suoi 5000 personaggi rappresentati su 2600 m2 di vetrate d’epoca è tra i più prestigiosi monumenti al mondo, patrimonio dell’Unesco. Visita con guida della splendida cattedrale e del borgo antico caratterizzato da viuzze tortuose dai nomi accattivanti sulle quali si affacciano le antiche dimore con negozietti a pianoterra. Al termine pranzo in ristorante. Nel pomeriggio proseguimento del viaggio fino ad Auxerre, sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

 

9° GIORNO

1^ colazione e partenza per il viaggio di rientro in Italia. Soste facoltative lungo il percorso, pasti liberi. Arrivo previsto in tarda serata.  

PRESEPI, MERCATINI E ANTICHE TRADIZIONI…

NATALE IN PROVENZA

con sosta a Nizza

La Provenza non è solo estate e colori intensi, essa rivela uno dei suoi volti più affascinanti in inverno,

nel lungo periodo natalizio quando onora i riti più antichi ed autentici della sua anima contadina.

Il Natale in Provenza si esprime soprattutto con il presepe (la creche) e con l’antica tradizione dei Santons,

le tipiche figurine di terracotta dipinta che hanno significati precisi.
Oltre ai personaggi biblici, vengono rappresentate tutte le categorie dei mestieri: ci sono il pescatore, la filatrice, il cacciatore, il pastore, la guardiana di polli…e tanti altri personaggi esposti accanto alla Sacra Famiglia e ai re Magi.

Questa tradizione, nata alla fine del ‘700 durante la rivoluzione francese, conobbe un tale successo da far nascere nei secoli successivi,  fiere e manifestazioni,  come il Salone Internazionale dei Santonniers di Arles che si svolge ogni anno nello scenario dello splendido chiostro di Saint Trophime.

Per ammirare i più bei Santons si possono visitare i presepi antichi allestiti in ogni città della Provenza o le fiere più caratteristiche

che spesso si affiancano ad altrettanto caratteristici mercatini di Natale.

1° GIORNO

Partenza per NIZZA dove si giungerà per il pranzo. Incontro con la guida e pomeriggio dedicato alla visita di questa affascinante città mediterranea che si propone in una cornice invernale del tutto particolare:  nella famosa Place Massena si svolge il Mercatino di Natale allestito come un villaggio di montagna con chalet che mostrano le produzione dell’artigianato locale. Passeggiata con guida alla scoperta della città, tra le caratteristiche stradine illuminate della città vecchia. Simbolo del periodo Belle Epoque è la famosa Promenade des Anglais, il lungomare cittadino inaugurato nel  1822. Al termine della visita sistemazione in hotel a Nizza, cena e pernottamento.

 

2° GIORNO

1^ colazione in hotel e partenza per ARLES (Provenza). All’arrivo incontro con la guida e visita al “Salone Internazionale dei Santonniers” allestito nello splendido Chiostro di Saint Trophime, capolavoro del romanico provenzale. Il Salone riunisce le più belle rappresentazioni di statuine del presepe provenzale provenienti da artigiani di tutta la provincia come pure di paesi lontani. Al termine della visita pranzo in ristorante cittadino. Pomeriggio dedicato alla visita di ARLES e dei suoi principali monumenti: l’Arena romana classificata dall’ Unesco come patrimonio dell’Umanità, il Teatro Antico, il Palazzo e le Terme di Costantino, passeggiata attraverso la Cité tra gli stretti vicoli del centro storico, gli edifici appartenuti agli Ordini dei Templari, ecc. ricordiamo che la città di Arles ebbe un ospite illustre: Vincent Van Gogh che qui si stabilì alla fine del 1800 realizzando centinaia di disegni e pitture. Al termine della visita, intorno alle 17:00,  appuntamento in una sala da tè arlesiana per una degustazione dei “13 desserts”. Si tratta di una tradizione di origine locale che apparve all’inizio del 1800. Questi dolci solitamente si gustano al rientro della Messa di mezzanotte a Natale, il numero 13 è altamente simbolico, rappresenta Gesù è i 12 Apostoli, assaggerete il torrone, della frutta secca come fichi, datteri, mandorle, uva passa, della frutta fresca come arance, mandarini, uva, la famosa “pompe a l’huile” (una specie di pane dolce all’olio d’oliva, zucchero di canna e succo di fiori d’arancio) ed altre specialità tradizionali, il tutto accompagnato da bevande calde. La degustazione  sarà spiegata dalla guida che vi trasporterà simbolicamente in un viaggio attraverso la Provenza ai tempi dei mulini a vento, dei pifferai e dei tamburini. Al termine trasferimento in hotel della zona, sistemazione, cena e pernottamento.

 

3° GIORNO

1^ colazione in hotel, incontro con la guida e partenza in direzione delle Alpilles un’area che si estende tra le Bocche del Rodano ed una piccola catena montuosa, ricca di fascino e densa di luoghi di interesse storico-culturale. Lungo il tragitto sosta al celebre Mulino di Daudet per una vista esterna. Proseguimento per un Villaggio di Santons, un luogo dove  in un delizioso villaggio in miniatura vengono rappresentate scene di vita quotidiana, tradizioni provenzali del secolo scorso e scena della Natività, da più di 300 statuine fra cui molti pezzi antichi del 1500. Proseguimento per il tipico villaggio di Baux de Provence uno dei più belli della regione, arroccato si una rupe, con le antiche case in pietra. Durante il periodo natalizio il villaggio viene decorato con cura e la cittadina risplende di mille luci. Pranzo in ristorante. Visita e tempo libero nel villaggio. Sulla strada del rientro sosta a Saint Remy de Provence, famoso per avere dato i natali al celebre astrologo Nostradamus. Ritorno in ad Arles, cena, serata libera, pernottamento.

 

4° GIORNO

1^ colazione in hotel e trasferimento alla vicina città di AVIGNONE la cosiddetta città dei Papi che annovera tra i suoi gioielli architettonici il Palazzo dei Papi e l’antico Ponte Saint Benezet entrambi patrimoni Mondiali dell’Umanità. Visita guidata della città e tempo libero per scoprire l’arte dei santons le figurine che animano i presepi da queste parti. Pranzo in ristorante cittadino. Nel pomeriggio partenza per il viaggio di rientro al luogo di origine. (In alternativa ad Avignone è possibile prevedere la visita di Marsiglia e del suo mercatino tradizione).


LA PROVENZA

Colori, paesaggi e storia

Un viaggio affascinante e stimolante attraverso la Provenza, una terra ricca di suggestioni, di profumi,

di sapori e di colori intensi.

Accompagnati dal profumo della lavanda in fiore visiterete villaggi arroccati sulla roccia,

seguirete la tracce dei grandi pittori impressionisti come Van Gogh o Cezanne, vi immergerete

nella natura più selvaggia della Camargue, visiterete città piene di storia dalla vivace Arles

alla caotica ed intensa Marsiglia, scoprirete villaggi come Les-Baux de Provence arroccato su impervie

e selvagge rocce bianche, Gordes uno dei più spettacolari, a strapiombo nel vuoto,

la suggestiva Roussillon un luogo magico, dove le case e tutto l’ambiente circostante

offrono mille sfumature di rosso ocra per via delle vicine cave, l’affascinante cittadina di

Isle sur la Sorgue percorsa da suggestivi canali punteggiati da antiche ruote in legno.

Un territorio affascinante e variegato profondamente legato alle proprie tradizioni popolari,

una regione che vi faremo scoprire nelle sue mille sfumature.

1° giorno

Ritrovo dei sigg. Partecipanti in luogo ed orario da definire,  partenza in pullman per la Francia. Soste facoltative lungo il tragitto, pranzo libero.

Breve sosta a Saint Paul de Vence, un piccolo e romantico villaggio medievale costruito su uno sperone roccioso,  è uno dei borghi più belli della Provenza che ha ispirato molti famosi artisti, pittori e scrittori. Passeggiata libera attraverso il caratteristico centro storico completamente pedonale,  fra stradine, scalinate, fontane e piazzette alla scoperta degli angoli più belli.

Proseguimento per la zona di Arles o dintorni, sistemazione in hotel, cena, serata libera, pernottamento.

 

2° giorno

1^ colazione in hotel, incontro la guida e  trasferimento nella zona della Camargue e Saintes Maries de la Mer. Questa piccola porzione di terra che confina con il mare è un luogo completamente diverso dal resto della Provenza, un eco-Parco di natura selvaggia ed incontaminata tra fenicotteri rosa, tori indomiti che pascolano nella brughiera e cavalli bianchi che vivono allo stato brado. Passeggiata di circa 1:30 accompagnati dalla guida.

Nel cuore del Parco visita al villaggio di Saintes Maries de la Mer un piccolo reticolo di case bianche intorno ad una meravigliosa chiesa romanica, con gitani pittoreschi che si aggirano nelle piazze con chitarre e cappelli neri e davanti ad una lunga spiaggia di sabbia.

Pranzo in ristorante della zona.

Pomeriggio dedicato alla visita di Arles fondata dai Romani, di cui conserva ancor oggi diverse testimonianze come l’Arena e il Teatro, è una città dal fascino antico con i suoi colorati caffè che hanno ispirato i più celebri quadri di Van Gogh (che qui visse a lungo), le piazzette affollate e le vecchie case scrostate. Passeggiata alla scoperta dei principali monumenti cittadini tra cui ricordiamo  la chiesa e il Chiostro romanico di Saint Trophime.

Al termine rientro in hotel, cena, serata libera, pernottamento.

 

3° giorno

1° colazione in hotel, intera giornata dedicata alla scoperta di uno degli  angoli più affascinanti della Provenza, il Luberon caratterizzato da un’alternanza di pendii scoscesi, terre rosse, profumati campi di lavanda che si perdono all’orizzonte, distese di erbe aromatiche e villaggi arroccati, un paesaggio da cartolina che rimarrà impresso nei vostri occhi.

Si inizia con il villaggio di Roussillon le cui case e l’ambiente circostante si confondono per via delle tante sfumature rossastre e ocra della terra estratta dalle cave vicine. Il risultato è un villaggio dai mille colori, un luogo magico dove è impossibile non osservare ogni angolo, passeggiata a piedi attraverso il cosiddetto “Sentiero delle Ocre”  dove un tripudio di  sfumature di rossi, arancioni e gialli compongono la valle delle Fate e le falesie dei Giganti, formazioni rocciose dalle forme ardite nate milioni di anni fa grazie all’erosione atmosferica.

Pranzo in ristorante in corso di visite.

La giornata prosegue con la visita del villaggio di Gordes, arroccato su uno sperone di rocca, offre all’arrivo un colpo d’occhio semplicemente spettacolare, passeggiata tra le viuzze “sali e scendi” che nascondono angoli davvero suggestivi, fra vecchie case e giardini quasi impercettibili, nella piazza principale, con la grande fontana e la vasca, sono state girate alcune scene del film “Un’ottima annata”.

La giornata terminerà con la visita alla bellissima cittadina di Isle sur la Sorgue, dall’atmosfera tipicamente provenzale, questo villaggio regala scorci suggestivi e autentici, è percorso da canali punteggiati da antiche ruote in legno e case con caratteristiche terrazze sull’acqua, mercatini dell’antiquariato e barche a fondo piatto simili alle nostre gondole,  che ospitato mercati di prodotti locali, passeggiata in centro con sosta in vari punti tra cui la chiesa di Notre Dame des Anges.

Rientro in hotel in serata, cena e pernottamento.

 

4° giorno

1° colazione in hotel, trasferimento a Marsiglia e visita della città con guida.

Caotica ed intensa, Marsiglia nasconde un animo unico, la multietnica città è oggi una fusione di culture, musiche, cucina e tradizioni che la rendono completamente diversa da ogni altra città europea, il carattere semplice e popolare che si respira tra le sue strade vi saprà regalare scorci davvero suggestivi. Visita del Vecchio Porto che oggi accoglie pescherecci e yacht da tutto il mondo, della Cabeniere il corso più celebre della città, cuore pulsante della Marsiglia multietnica, della famosa basilica romano-bizantina di Notre Dame del la Gare, de le Panier detto anche la Montmartre di Marsiglia per le sue strade in discesa, i negozietti ma soprattutto per la sua vocazione artistica.

Al termine della visita pranzo in ristorante.

Il pomeriggio sarà dedicato alla scoperta di Les Baux de Provence altro villaggio molto famoso arroccato su una rupe di roccia bianca dove il tempo sembra essersi fermato. Passeggiata tra le viuzze silenziose fino alla chiesa di Saint Vincent dalla cui terrazza si gode una vista meravigliosa sulla valle sottostante, il castello/fortezza e le caratteristiche case scavate nella roccia.

Al termine della giornata rientro in hotel, cena e pernottamento.

 

 

5° giorno

1° colazione in hotel e partenza per il viaggio di rientro in Italia.

Soste facoltative lungo il tragitto, pranzo libero.

I SEGRETI DELLA LAVANDA

 

La lavanda è il simbolo della Provenza.

Scopritene con noi tutti i segreti in questo itinerario tra immensi campi dal profumo inebriante

 intervallati da piccoli villaggi tipicamente provenzali, vigneti, castelli e terre rosse dalle calde tonalità,

un paesaggio da cartolina che rimarrà impresso nei vostri occhi per i suoi colori, sapori, profumi ed essenze.

Storie e segreti che appassionati produttori di lavanda sono pronti a condividere con voi.

 

3 gg. in bus

 

 

1° giorno

Arrivo del gruppo in Provenza e pranzo in ristorante.

Pomeriggio dedicato alla visita delle cittadina di Valensole un antico borgo dal fascino senza tempo, incastonato tra la piana omonima e infiniti campi di lavanda dalle sorprendenti variazioni di viola.

Passeggiata e soste fotografiche negli angoli più belli di queste distese profumate.

Sosta in una distilleria della zona per scoprire i segreti della lavorazione della lavanda.

Trasferimento in hotel, cena e pernottamento.

 

2° giorno

1^ colazione in hotel. Giornata dedicata alla scoperta di questa  affascinante regione: il Luberon e dei suoi borghi e città più belli.

Sosta al villaggio di  Gordes,  arroccato su uno sperone di roccia, offre un colpo d’occhio semplicemente spettacolare, passeggiata tra le viuzze “sali e scendi” che nascondono angoli suggestivi,  tra vecchie case e giardini nascosti, nella piazza principale, con la grande fontana e la vasca, sono state girate alcune scene del film “Un’ottima annata”.

Sosta alla celebre Abbazia di Senanque circondata da campi di lavanda.

Visita di Roussillon le cui case, tinteggiate di rosso e giallo, si confondono con il paesaggio circostante color ocra e ocra.  Il risultato è un villaggio dai mille colori, un luogo magico dove è impossibile non osservare ogni angolo, passeggiata a piedi attraverso il cosiddetto “Sentiero delle Ocre”  dove un tripudio di  sfumature di rossi, arancioni e gialli compongono la valle delle Fate e le falesie dei Giganti, formazioni rocciose dalle forme ardite nate milioni di anni fa grazie all’erosione atmosferica.

Pranzo in ristorante in corso di visite.

La giornata terminerà con una sosta a Isle sur la Sorgue una cittadina dall’atmosfera tipicamente provenzale percorsa da canali punteggiati da antiche ruote in legno, case con suggestive terrazze sull’acqua e mercatini di antiquariato, passeggiata in centro con sosta alla chiesa di Notre Dame des Anges.

Rientro in hotel per la cena e il pernottamento.

 

 

3° giorno

1^ colazione in hotel. Trasferimento a Bonnieux, altro spettacolare villaggio del Luberon, anch’esso teatro delle riprese del famoso film “Un’ottima annata”. Per arrivarci attraverseremo altri meravigliosi campi di lavanda. Arrivo a Bonnieux e passeggiata tra le strette viuzze del borgo, con le vecchie e le possenti mura. Pranzo in ristorante.

Nel pomeriggio partenza per il viaggio di rientro con eventuali soste lungo il tragitto (da concordare).

LA CAMARGUE

Patrimonio mondiale

 

La Camargue,

selvaggia, tradizionale, magica!

Vaste oasi naturali dove è possibile osservare fenicotteri rosa intenti a pescare

accanto a splendidi cavalli camarguesi e tori che passeggiano tranquillamente tra campi, saline e canneti.

Feste gitane, gente solare, tradizioni popolari ancora vive,

la Camargue, un fascino particolare che

vi invitiamo a scoprire.

 

3 gg. in bus

 

 

1° giorno – Arles patrimonio storico

Ritrovo dei Partecipanti in luogo ed orario da definire e partenza con proprio bus per la Provenza.

Arrivo ad Arles nel primo pomeriggio, incontro con la guida e visita del capoluogo della Camargue. Fondata dai Romani, di cui conserva diverse testimonianze come l’Arena e il Teatro, Arles è una città dal fascino antico con i suoi colorati caffè che hanno ispirato i più celebri quadri di Van Gogh (che qui visse a lungo), le piazzette affollate e le vecchie case scrostate. Passeggiata alla scoperta dei principali monumenti cittadini come la chiesa e il Chiostro romanico di

Saint Trophime. Trasferimento in hotel, cena e pernottamento.

 

 

2° giorno – Camargue

1^ colazione in hotel. Trasferimento nel cuore della Camargue e passeggiata in 4×4 lungo le strade tortuose immersi in un’atmosfera magica alla scoperta di questa terra, tra lagune, fiumi e saline, per conoscerne non solo il paesaggio ma anche la storia e le tradizioni. Durante l’escursione avremo modo di scoprire alcune delle ca. 350 specie di uccelli che popolano questa area naturale, tra cui i bellissimi fenicotteri rosa.

Pranzo in ristorante in corso di escursione. Nel pomeriggio visita della cittadina di Saintes Maries de la Mer un piccolo reticolo di case bianche intorno ad una meravigliosa chiesa romanica con pittoreschi gitani che si aggirano tra le vie con chitarre e i tipici cappelli neri.

Rientro in hotel, cena e pernottamento.

 

 

3° giorno – fattoria camarguese e Piccolo Rodano

Dopo la 1^ colazione ci recheremo in una tipica manade camarguese, una fattoria per l’allevamento dei tori o dei cavalli.

Dopo il benvenuto scopriremo la manade dove da generazioni i “manadiers” (allevatori di tori) e i “gardians” (butteri), si dedicano a questi animali, i famosi bious, i tori camarguesi, una razza principalmente allevata per partecipare alle “corse della coccarda” durante la quale degli uomini vestiti di bianco cercano di togliere la coccarda attaccata tra le corna del toro.

Pranzo tipico camarguese nella manade. Nel pomeriggio passeggiata “digestiva” in barca sul piccolo Rodano, una piacevole gita tra la natura, mentre si risale il fiume alla scoperta della flora e della fauna del luogo (ca. 1 ora e mezzo).

Al termine partenza per il viaggio di rientro con soste facoltative lungo il percorso ed arrivo previsto in tarda serata.

NEL CUORE

DE LA DROME ARDECHE

Drome e Ardèche, le terre doppie.

Questi due dipartimenti, separati da un confine naturale, il fiume Rodano,

sono attraversati da montagne color ocra,profonde gole, canyon e grotte carsiche.

Sarà piacevole scoprire i territori,prevalentemente rurali,

dove la storia,la natura e gli uomini giocano un ruolo fondamentale

 

4 gg. in bus

 

1° giorno – la Drome provenzale

Ritrovo dei Partecipanti in luogo ed ora da definire e partenza con proprio bus per la Francia. Arrivo nella regione de la Drome, sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

 

 

2° giorno – Grignan/Nyons

1^ colazione in hotel. Al mattino escursione all’antico villaggio di Grignan, visita del borgo medievale e dell’imponente castello rinascimentale.

Pranzo in ristorante. Nei periodi di fioritura, tutta la zona è piena di colorati campi di lavanda che potremo scoprire lungo il percorso con qualche breve sosta

fotografica. Trasferimento a Nyons e visita del’ultima stuoieria di Francia dove apprenderete l’arte della fabbricazione dei colorati tappeti che la famiglia si tramanda di generazione in generazione.

Successivamente scoprirete i segreti della lavanda durante la visita ad una distilleria.

Cena e pernottamento in hotel.

 

 

3° giorno – l’Ardèche

1^ colazione in hotel. Mattinata dedicata alla visita della caverna di Pont d’Arc – Grotta Chauvet, è l’esatta e stupefacente ricostruzione della più antica grotta

primitiva al mondo, dove sulle pareti si susseguono magnifici disegni di mammut, bisonti, orsi e leoni che si affiancano ad impronte di mani, in un’atmosfera unica dove anche luci e odori rimandano a quelli della grotta originale, sarete trasportati a 35.000 anni fa!

Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio passeggiata fotografica tra le Gole dell’Ardèche. Ci sono voluti più di cento milioni di anni perche le acque del fiume omonimo scavassero un canyon così profondo, il risultato è strabiliante: un susseguirsi di enormi pareti calcaree a strapiombo immerse in una natura ancora selvaggia e intatta. Il celebre arco di Pont d’Arc costituisce l’ingresso alle gole. Percorreremo la splendida

strada panoramica punteggiata di terrazze da qui godere panorami mozzafiato.

Sosta in una cantina vinicola per la degustazione dei famosi vini de l’Ardèche.

 

 

4° giorno – il cioccolato

1^ colazione e trasferimento nella zona di Lamastre,  partenza in treno a vapore per una gita lungo la valle del Doux tra spettacolari canyon e splendidi paesaggi naturali. A fine percorso visiteremo la Città del Cioccolato Valrhona di Tain l’Hermitage. Sarà una visita interattiva che ci permetterà di esplorare, ammirare, ascoltare, toccare, sentire e, non ultimo degustare il cioccolato in tutte le sue forme.

Pranzo in ristorante e partenza per il viaggio di rientro al luogo di origine.

TRADIZIONI DI NATALE IN PROVENZA: Marsiglia, Arles, Aix en Provence

 

3 gg In bus

Natale è il periodo dell’anno in cui le antiche tradizioni rivivono nel cuore dei villaggi provenzali.

Tutto inizia il 4 dicembre giorno di Santa Barbara.

E’ l’inizio del cosiddetto “calendale” che si concluderà con la Candelora il 2 febbraio.

In questo arco di tempo è un susseguirsi di feste, riti e tradizioni più o meno in tutti i villaggi secondo le usanze di ogni famiglia.

 

 

1° giorno –  ITALIA MARSIGLIA

Arrivo in Provenza con proprio bus. Visita guidata di Marsiglia nella sua particolare veste natalizia. Visita della basilica romano-bizantina di Notre Dame de la Gare, della Canebiere il celebre corso cuore pulsante della Marsiglia multietnica, il quartiere le Paner detto anche la Montmatre di Marsiglia per le sue strade in discesa, per i negozietti e soprattutto per la sua vocazione artistica.

La Canebiere, il Porto Vecchio e i suoi dintorni saranno illuminati da luci natalizie. Tempo a disposizione, nel quartiere del Vecchio Porto, tra le bancarelle del mercatino Natalizio e la Fiera dei Santons, una delle più antiche tradizioni popolari che si svolse per la prima volta nel 1803.

A distanza di più di due secoli una trentina di santonniers, provenienti da storiche famiglie, continuano a preservare la tradizione esponendo le loro creazioni, le caratteristiche statuine di argilla che rappresentano i personaggi della Natività e non solo, per tradizione vengono infatti rappresentati tutti gli antichi mestieri provenzali. Cena e pernottamento in hotel.

 

2° giorno – AIX EN PROVENCE/MARSIGLIA

Prima colazione in hotel. sulle orme di Paul Cezanne visita guidata di Aix en Provence, alla scoperta del suo prestigioso passato, della sua architettura barocca e dei suoi monumenti. Pranzo in ristorante.

Visita degustativa nell’universo dei calissons de Provence, i famosi biscotti provenzali alla pasta di mandorle grande specialità di Aix en Provence.

Tempo libero tra i mercatini di Natale e quello dei Santos. Rientro in hotel per la cena e il pernottamento.

 

3° giorno – ARLES/ITALIA

Prima colazione in hotel. Visita guidata della città di Arles e del suo patrimonio antico. Capoluogo della Camargue, Arles  conserva una serie di monumenti del periodo romano come l’Arena e il Teatro.

E’ una città dal fascino antico con i suoi colorati caffè che hanno ispirato i più celebri quadri di Van Gogh (che qui visse a lungo), le piazzette affollate e le vecchie case scrostate. Pranzo libero in corso di visite.

Visita libera del Salon International des Santonniers che si svolge ogni anno nelle splendide sale del chiostro di Saint Trophime dove vengono esposte le più belle creazioni degli artigiani santonniers della Provenza e di terre più lontane.

Nel pomeriggio partenza per il viaggio di rientro in Italia con arrivo previsto in tarda serata.

 

QUOTAZIONI SU RICHIESTA

Il programma di cui sopra è una traccia che può essere modificata e adeguata

ad ogni singola esigenza.

x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Accetto Non accetto Centro privacy Impostazioni Privacy Leggi Cookie Policy